Chiunque abbia pensieri, parole, immagini o altri frammenti della vita di Babbo che voglia condividere a rinforzo di queste pagine da lui create, può inviarli al suo indirizzo email (che ora leggo io), o direttamente a francesco.scialpi@gmail.com.
Grazie, Francesco


... ciao bà ...

mercoledì 4 aprile 2012

Pasqua 2012

Assistere, inermi, al vilipendio della persona, magari da parte di chi non ha meritato il dono della vita, rimane il sacrificio di questa Pasqua di Resurrezione, dove i Cristi si succedono in lunga processione, vestiti di ogni età, ma svestiti dei loro diritti.

Aggressioni nascoste, manifeste, irresponsabili, coperte dal velo impietoso della arroganza, emergono continuamente per devastare l’ordine e la legalità, la dignità e il doveroso rispetto.

Il calvario diviene più irto e impietoso, ormai quasi impercorribile per i predoni e i pirati, per le sottrazioni e le distrazioni continue.

Questo uomo di oggi non riesce più a sostenere un agire sconsiderato e scellerato, e va perdendo le forze, e va cadendo continuamente, e va flagellandosi, distruggendosi, persino eliminandosi.

Possa il Sacrificio arginare il malcostume e la parola bugiarda e non fare dell’effimero imperante un nemico, ma ridare luce ad un vivere che sia espressione di divinità e di sapienza, riconsiderando l’effimero un prodotto e non una causa.

Alzando gli occhi, auguro una Pasqua di Resurrezione interiore e in essa voglio ancora sperare nel segno della luce, delle luci nuove che vengono al mondo.

Nessun commento: